japan

Sciare alternativo: 7 luoghi che non immagini

Irriducibile delle Dolomiti, non hai tuttavia disdegnato quella settimana a Courmayeur o quel Capodanno sulle Alpi austriache. E diciamocelo, quando si tratta di settimane bianche alternative, l’orizzonte è irrimediabilmente confinato ad Aspen (non tentare di negarlo…la colpa è di Vacanze di Natale ’95, con Luke Perry sciatore d’eccezione!).

Ma hai mai pensato di sciare in Africa? O Marocco per te è solo sinonimo di suk, caldo torrido e spezie? E che dire del Sud America…hai mai contemplato l’ipotesi di partire alla volta di Santiago del Cile sci in spalla?

Probabilmente no! E allora chissà che la fuga per sciare last minute quest’anno non avrà un sapore decisamente alternativo..

Libano

faraya

A Faraya Mzaar, meno di un’ora da Beirut, le prime seggiovie furono installate già negli anni ’50. Oggi la località vanta più di 80 km di piste che attraggono sciatori e snowboarder da tutto il mondo. Più a nord, a un paio d’ore da Beirut, invece, si trova il celebre Complesso dei Cedri, dove la stagione prende il via a novembre per durare fino ad aprile.

Iran

shemshak

Sciare immersi nella suggestiva catena montuosa di Alborz può essere un’esperienza indimenticabile. Negli ultimi anni gli investimenti nel turismo invernale hanno visto un’impennata, è così che sono sempre di più gli amanti dello sci che decidono di abbracciare una settimana bianca dal sapore persiano su piste fino a 3.600 metri! Le stazioni sciistiche di Dizin e Shemshak sono raggiungibili da Teheran in meno di due ore d’auto.

Marocco

ifrane

Ifrane, a una sessantina di km a sud di Fés, è una località sciistica frequentata da un turismo selezionato. Conosciuta anche come “Piccola svizzera del Marocco”, è un villaggio che sorge tra le montagne del Medio Atlante, proprio ai piedi della Stazione sciistica di Michlifen a 2.000 metri.

Romania

peles

Poiana Brasov è la più rinomata stazione sciistica della Romania, a valle dei Monti Carpazi, con 12 piste per diversi livelli di avventura. Una settimana bianca nella Valle di Prahova può essere un ottimo motivo per una gita al celebre Castello di Bran (meglio conosciuto come Castello di Dracula) e al magico Castello di Peles.

Cile

el colorado

Situata sul Cerro Colorado, a 36 km da Santiago, El Colorado è una stazione sciistica frequentatissima sia da cileni che da turisti stranieri. Ben 1.100 ettari sciabili, un grande numero di impianti e piste che arrivano a più di 3.300 metri. Località molto amata anche dai professionisti, grazie alla presenza di piste di difficoltà piuttosto avanzata e alcune delle migliori discese delle Ande.

Cina

Harbin

A un passo dalla Siberia, più esattamente in Manciuria, si trova la località di Harbin. Chiamarla stazione sciistica può essere riduttivo. Qui si può sciare, andare su una slitta trainata da cani, giocare a hockey, pattinare, ma soprattutto assistere al celebre Festival della Neve e del Ghiaccio dove lasciarsi stupire dalla magnificenza di interi palazzi, pagode, strade, ponti di neve e ghiaccio. Ma attenzione alle temperature, è perfettamente normale che il termometro in inverno segni i  -20 gradi!

Giappone

japan

Sciare in Giappone significa raggiungere le Isole di Hokkaido e Honshu. La prima, in particolare, è il paradiso per il freeride viste le enormi quantità di neve che scendono sulle montagne – per nulla alte – dell’Isola. In Giappone si scia anche di notte! Le piste sono infatti illuminate per garantire indimenticabili discese. E dopo tanto divertimento, anche se sembra strano pensarci, sarà del buon sushi e del caldo ramen a rifocillare gli sciatori sulle piste..

Valentina

Valentina

Nasco a Roma, dove mi occupo di product development per una grande compagnia assicurativa. Sogni? Sì, aprire un ristorante. Nel frattempo viaggio lontano, leggo John Fante e riscopro Twin Peaks. Inevitabilmente attratta dalle contraddizioni della società contemporanea, mi piace osservarne le sfumature e giocarci con ironia. "See, i’m stuck in a city, but i belong in a field".

More Posts

Follow Me:
Twitter

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Comments

comments