Art Aquarium

Milano? Non solo Expo

I padiglioni dell’Expo sono ormai la tua seconda casa o, più semplicemente, ne hai rimandato la visita a quando la città offrirà un clima più mite? Niente paura. Le alternative, in questa estate milanese, non mancano.

 

Angels of the world

L’Atelier Les Copains ospita Angels of The World, la mostra fotografica di Peter Wüthrich, l’artista svizzero che ha fatto dell’elemento libro l’essenza della sua arte nelle sue differenti declinazioni.

Oggetto degli scatti, 50 angeli con ali di libro, immortalati in diverse Città del mondo nel corso del progetto itinerante condotto dall’artista a partire dal 2001.

Fino al 31 luglio.

 

Art Aquarium

 

Al Circolo Filologico Milanese, in prima internazionale, c’è Art Aquarium, progetto dell’artista Hidetomo Kimura.

Per la prima volta fuori dal Giappone ci si potrà perdere tra acquari che divengono opere d’arte: vasche e installazioni che rievocano atmosfere magiche in un gioco di luci, suoni e proiezioni.

In Art aquarium, spiega l’artistac’è la bellezza creata dalla natura. Il Kingyo (il nostro pesce rosso) è segno della provvidenza, e spero che attraverso l’incontro con questo pesce elegante, i visitatori avranno la possibilità di capire meglio il rapporto tra uomo e natura”.

Fino al 23 agosto.

 

 

Terrazze del Duomo

 

Le terrazze del Duomo ospitano Tony Cragg con la sua esposizione di arte contemporanea L’immagine.

Lo scultore britannico ha scelto di sfidare le guglie del Duomo, eleggendole a scenografia per le sue imponenti opere che svettano sorprendenti in una gara di verticalità.

Sulla terrazza ha naturalmente trovato collocazione Paradosso, l’opera ispirata alla Madonnina, realizzata con più di 3000 chili di marmo e costata all’artista quasi due anni di lavoro.

Fino al 31 ottobre

 

 

Valentina

Valentina

Nasco a Roma, dove mi occupo di product development per una grande compagnia assicurativa. Sogni? Sì, aprire un ristorante. Nel frattempo viaggio lontano, leggo John Fante e riscopro Twin Peaks. Inevitabilmente attratta dalle contraddizioni della società contemporanea, mi piace osservarne le sfumature e giocarci con ironia. "See, i’m stuck in a city, but i belong in a field".

More Posts

Follow Me:
Twitter

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Comments

comments