Milano Fashion We…ird! Tu quale indosseresti?

Anche questo secondo appuntamento annuale della Fashion Week di Milano Moda Donna – per tutti…la Milano Fashion Week – si è conclusa dopo ben 170 tra sfilate e presentazioni. Una vera e propria celebrazione del Made in Italy nel mondo e una eccellente vetrina per i nuovi talenti.

Di tendenze esplose nel corso di questa settimana ne abbiamo apprezzate a decine. Ci siamo lasciate ispirare e nei casi più estremi ci siamo abbandonate al “raptus”, finendo per chiudere i 3/4 del nostro guardaroba in sacchi neri. Ma affinché questa style revolution si riveli un’operazione di successo e oggettivamente apprezzabile, credo sia utile partire da quanto non immagineremmo mai di indossare. Chiamiamolo esotico, alternativo, stravagante o semplicemente immettibile. Però osserviamo, stupiamoci, metabolizziamo e rielaboriamo.   

Del resto la moda evolve sotto l’impulso di un desiderio e cambia per effetto di una ripulsa. La saturazione porta la moda a buttare alle ortiche quello che fino a poco tempo prima adorava. Poiché la sua ragione profonda è il desiderio di piacere e di attirare, la sua attrattiva non può certo venire dall’uniformità, che è la madre della noia.

Con questa riflessione “firmata” Dior, abbandoniamoci al piacere di scoprire e tentare di far nostra l’essenza di ognuna di queste meravigliose opere “à porter”.

 

Marni

marni

 Jil Sander

jil-sander

Nakashita

atsushi-nakashima

Emilio Pucci

emilio-pucci

 

Moschino

moschino

moschino-2

Fendi

fendi

 

Roberto Cavalli

roberto-cavalli

 

Dsquared2

dsquared2

 

Gucci

gucci

 

Valentina

Valentina

Nasco a Roma, dove mi occupo di product development per una grande compagnia assicurativa. Sogni? Sì, aprire un ristorante. Nel frattempo viaggio lontano, leggo John Fante e riscopro Twin Peaks. Inevitabilmente attratta dalle contraddizioni della società contemporanea, mi piace osservarne le sfumature e giocarci con ironia. "See, i’m stuck in a city, but i belong in a field".

More Posts

Follow Me:
Twitter

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Comments

comments